DPCM 26 APRILE 2020

ORDINANZA SINDACALE N. 5/2020 IN VIGORE DAL 4 MAGGIO 2020
Con ordinanza sindacale n. 5 del 2 maggio 2020 è stato disposto che:

Con decorrenza 4 maggio non è più applicabile l’ordinanza sindacale n. 4 del 23 aprile 2020 la quale stabilisce l’obbligo -  su tutto il territorio comunale di Bevagna - di indossare mascherine e guanti ogni qualvolta ci si rechi fuori dalla propria abitazione.
Da tale data entrerà in vigore il DPCM 26 aprile 2020 che prevede di indossare la mascherina:
  • nei luoghi chiusi accessibili al pubblico;
  • nei mezzi di trasporto;
  • comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza (1 metro, 2 metri per l’attività sportiva).
Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo  della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.
 
Per quanto riguarda il Parco Filippo Silvestri al momento lo stesso rimarrà chiuso in attesa di adottare misure idonee per evitare assembramenti  e per impedire l’utilizzo delle aree gioco per bambini.
Per lo stesso motivo restano chiusi i giardini di Cantalupo e il Parco della Madonna delle Grazie.
 
IL CIVICO CIMITERO VERRA' RIAPERTO NEI PROSSIMI GIORNI SULLA BASE DI SPECIFICHE  LINEE GUIDA  PREDISPOSTE PER EVITARE ASSEMBRAMENTI.
Contenuto pubblicato il 03-05-2020, aggiornato al 20-05-2020

Ultime notizie

Il Comune informa

EMERGENZA CALORE - RESTATE IN SALUTE



COLLEGAMENTO AL SITO DELLA REGIONE UMBRIA
informazioni utili per un'estate sicura

Il Comune informa

ALLERTE METEO DI PROTEZIONE CIVILE



collegamento al sito del
CENTRO FUNZIONALE della PROTEZIONE CIVILE
della REGIONE UMBRIA

Il Comune informa

GUIDA AL NUOVO PIANO DELLA SOSTA

per chi abita o lavora in città e chi la visita 

Il Comune informa

COVID-19 INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

DECRETO LEGGE
24 MARZO 2022, n. 24

COVID-19
SUPERAMENTO DELLA FASE EMERGENZIALE

 

31 MARZO 2022

FINE DELLO STATO DI EMERGENZA