CERTIFICAZIONI RILASCIATE DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Decreto Semplificazioni: anche i privati devono accettare le autocertificazioni.

A partire dal 15 settembre 2020 i privati sono tenuti ad accettare l’autocertificazione o la dichiarazione sostitutiva.

In data 15 settembre 2020 infatti è entrato definitivamente in vigore il Decreto Legge n. 76/2020, convertito con Legge n. 120/2020 (noto come Decreto Semplificazioni).
L’art. 30-bis di detto decreto introduce una significativa innovazione in materia di autocertificazioni, imponendole non più soltanto nei rapporti tra cittadino e pubbliche amministrazioni o gestori di pubblici servizi, ma anche nei rapporti tra privati, senza alcuna distinzione.
Mentre prima dell’entrata in vigore del decreto le autocertificazioni erano possibili solo verso i privati che vi acconsentivano, com’era previsto dall’art. 2 DPR n. 445/2000, adesso allo stesso art. 2 è stata soppressa la condizione del consenso dei privati destinatari dei documenti, aprendo così ad un obbligo generalizzato di accettare le autocertificazioni.
Inoltre, per i privati che intendano effettuare controlli sulle autocertificazioni ricevute, all’art. 71, comma 4 DPR n. 445/2000, è stato abolito l’obbligo di definire appositi accordi con le amministrazioni interessate. Qualora il controllo riguardi dichiarazioni sostitutive presentate ai privati di cui all’articolo 2, l’amministrazione competente per il rilascio della relativa certificazione è tenuta a fornire, su richiesta del soggetto privato corredata dal consenso del dichiarante, conferma scritta, anche attraverso l’uso di strumenti informatici o telematici, della corrispondenza di quanto dichiarato con le risultanze dei dati da essa custoditi.

Viene meno quindi la necessità per il cittadino di richiedere certificati anagrafici, fermo restando che gli stessi possono comunque essere richiesti e prodotti (solo ai privati) ma prevedono l'eventuale pagamento dei diritti di segreteria e della marca da bollo da 16 euro.

 

Contenuto pubblicato il 30-12-2011, aggiornato al 31-03-2021

Ultime notizie

Il Comune informa

COMUNICATO STAMPA della VUS spa: INCREMENTO DEI CONTAGI E IMPATTO SUL SERVIZIO DI RACCOLTA


Valle Umbra Servizi spa rende noto che la dinamica evolutiva della crisi pandemica e il conseguente significativo incremento dei casi COVID registrati nelle ultime settimane stanno determinando disservizi nella raccolta dei rifiuti su tutto il territorio servito.
Nel porgere le scuse dell’Azienda per la difficile situazione in atto, si informano gli utenti che si provvederà quanto prima possibile al ripristino delle condizioni normali di servizio.




Il Comune informa

EMERGENZA COVID-19

CENTRO OPERATIVO COMUNALE

presso COMANDO di POLIZIA LOCALE

corso GIACOMO MATTEOTTI, 60


info e contatti

dal lun. al ven. 09,30-12,30 15,30-17,00

sabato                  09,30-12,30                  

 
telefono 0742360848

polizialocale@comune.bevagna.pg.it

per COMUNICAZIONI URGENTI 

3351337438 (anche WhatsApp)



Il Comune informa

DECRETO LEGGE 24 DICEMBRE 2021, N. 221

SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE



DAL 24 DICEMBRE 2021 AL 31 GENNAIO 2022

Il Comune informa

OBBLIGO DI ISCRIZIONE ALLE LISTE ELETTORALI

Tutti i cittadini dello Stato e gli stranieri - che con l’arruolamento nell’Esercito possono divenire tali -  che nel corso del corrente anno compiono il diciassettesimo anno di età (classe 2005) e che, agli effetti della leva, devono considerarsi legalmente domiciliati in questo Comune ai sensi dell’articolo 1932 del suddetto decreto legislativo n. 66/2010, sono obbligati a domandare entro trenta giorni da oggi, la loro iscrizione nelle liste di leva .....