SEPARAZIONI e DIVORZI dinanzi all'UFFICIALE di STATO CIVILE

    stampa

    DECRETO LEGGE 12 SETTEMBRE 2014, N. 132, CONVERTITO

    IN LEGGE 10 NOVEMBRE 2014, N. 162

     


    Ufficio: UFFICIO DI STATO CIVILE
    Responsabile: ISTRUTTORE DIRETTIVO ANNA PALMIOLI
    Indirizzo: CORSO GIACOMO MATTEOTTI N. 58
    Tel: 0742361523
    E-mail: demograficibevagna@postecert.it


     

    SEPARAZIONI E DIVORZI DINANZI ALL'UFFICIALE DI STATO CIVILE

     

    INFORMAZIONI GENERALI


    L'art. 12 del Decreto Legge 12 Settembre 2014, n. 132, convertito in Legge 10 novembre 2014, n. 162, prevede, a decorrere dall'11/12/2014, la possibilità per i coniugi di comparire direttamente dinanzi all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune.

     

    REQUISITI DEL RICHIEDENTE


    I coniugi possono concludere l'accordo dinanzi all'Ufficiale di Stato Civile solo in assenza di figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti, a condizione che l'accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale; saranno considerati unicamente i figli comuni dei coniugi richiedenti.
    Inoltre,
    l'accordo non può contenere patti di trasferimento patrimoniale, ma può contenere un obbligo di pagamento di una somma di denaro a titolo di assegno periodico sia in caso di separazione consensuale sia in caso di divorzio.

    In seguito all'entrata in vigore della legge 6 maggio 2015 n. 55, dal 26 maggio 2015, i termini di separazione per pervenire al divorzio sono stati ridotti a sei mesi (6 mesi) nel caso di separazione consensuale, a dodici mesi (12 mesi) nel caso di separazione giudiziale.

    Modifiche delle condizioni di separazione o divorzio

    I coniugi, sempre a condizione che non vi siano figli minori o figli maggiorenni portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti, possono dichiarare congiuntamente innanzi all'Ufficiale di Stato Civile di voler modificare le condizioni di separazione o di divorzio già stabilite limitatamente a:
    - attribuzione assegno periodico
    - la sua revoca
    - la sua revisione quantitativa.

    NON potrà costituire oggetto dell'accordo innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile:
    - la previsione della corresponsione in un'unica soluzione dell'assegno di divorzio (la cosiddetta liquidazione una tantum);
    - la regolamentazione dell'uso della casa coniugale.
    La richiesta può essere presentata o nel Comune di residenza di uno dei due coniugi o nel Comune in cui è stato iscritto o trascritto l'atto di matrimonio.

     

    MODALITÀ DI RICHIESTA


    I coniugi che intendono procedere alla separazione personale consensuale, allo scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio e modifica delle condizioni di separazione o di divorzio, dinanzi all'Ufficiale di Stato Civile devono presentarsi, previo appuntamento (da prendere presso l'Ufficio dei Servizi Demografici in Corso Matteotti n. 58 nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 il martedì e il giovedì dalle ore 15,30 alle ore 17,30 oppure telefonando a: 0742368115 - 0742361523 oppure tramite e-mail a comune.bevagna@postacert.umbria.it o demograficibevagna@postecert.it) muniti del proprio documento di identità in corso di validità.

    Competente a ricevere l'accordo è il Comune di:

    - iscrizione dell'atto di matrimonio (e cioè il Comune dove è stato celebrato il matrimonio);
    oppure
    - trascrizione dell'atto di matrimonio celebrato con rito concordatario/religioso o celebrato all'estero;
    oppure
    - residenza di uno dei coniugi.

     

    ITER PROCEDURA


    L'Ufficiale di Stato Civile, ricevute le dichiarazioni dei due coniugi, li invita a comparire di fronte a sé, NON PRIMA di 30 giorni dalla data di ricezione della documentazione, per la cosiddetta conferma dell'accordo.
    Si precisa che la mancata comparizione equivarrà alla mancata conferma dell'accordo stesso.

     

    COSTI


    All'atto dell'accordo dovrà essere corrisposto al Comune di Bevagna il diritto fisso pari a € 16,00 da versare presso l'ufficio economato.

     

    TEMPI


    Tempi medi

    Per gli adempimenti successivi, 120 giorni dalla data di conferma dell'accordo.

     

    DICHIARAZIONE PER SEPARAZIONE CONGIUNTA
    DICHIARAZIONE PER DIVORZIO
    DICHIARAZIONE MODIFICA DI CONDIZIONI DI SEPARAZIONE O DI DIVORZIO

     

     

    SEPARAZIONI E DIVORZI CON L'ASSISTENZA DELL'AVVOCATO

     

    Informazioni generali

    L’art. 6 del Decreto Legge 12 Settembre 2014, n. 132, convertito in Legge 10 novembre 2014 n. 162 prevede, a decorrere dall’11/11/2014, la convenzione di negoziazione assistita da almeno un avvocato per parte per le soluzioni consensuali di separazione personale, di divorzio e di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

    Il ricorso a tale istituto è consentito anche in presenza di figli minori o di figli maggiorenni incapaci, portatori di handicap grave (ex art. 3, 3° comma della Legge 104/92) ovvero economicamente non autosufficienti in tal caso l’accordo deve essere trasmesso alla Procura della Repubblica presso il Tribunale competente, che autorizza l'accordo raggiunto in quanto rispondente all'interesse dei figli. 
    Analogo passaggio giudiziale è innestato nel procedimento di negoziazione in assenza di figli minori, in questo caso è prevista la necessità di trasmissione dell'accordo alla Procura della Repubblica presso il Tribunale competente per un controllo di regolarità, spetta allo stesso Procuratore della Repubblica il rilascio del nulla osta all'accordo.


    Gli avvocati, o uno di loro, una volta ottenuto il nulla osta o l’autorizzazione da parte del P.M. dovranno trasmettere l’accordo entro 10 giorni (pena l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria) al comune di:

    • Celebrazione del matrimonio in forma civile;

    • Celebrazione del matrimonio in forma religiosa;

    • Trascrizione del matrimonio celebrato all’estero (da due cittadini italiani, o da un cittadino italiano e un cittadino straniero);


    Il modello in calce alla pagina potrà essere utilizzato per la trasmissione della negoziazione assistita.
    L’accordo da inoltrare al Comune di Bevagna potrà essere inviato dall'avvocato:

    - previa apposizione della sua firma digitalevia PEC a uno dei seguenti  indirizzi: comune.bevagna@postacert.umbria.it; demograficibevagna@postecert.it (questa trasmissione riguarda solo l’accordo e non il Nulla Osta/Autorizzazione del Procuratore, che dovrà essere inviato tramite raccomandata A/R, anticipandone via  PEC  la copia scansionata)

    - mediante lettera raccomandata A/R

    - per posta ordinaria

    - consegna diretta a mano

     

    MODELLO PER TRASMISSIONE DELLA NEGOZAZIONE ASSISTITA